Studenti primaria e secondaria vaccinati in presenza: controllo Green pass quotidiano con app Verifica C-19

WhatsApp
Telegram

Dal 7 febbraio cambiano le regole per la gestione dei casi Covid a scuola e le lezioni in presenza o a distanza. La Dad verrà accantonata il più possibile, limitandola agli studenti non vaccinati o guariti da oltre 120 giorni. A prevederlo è l’ultimo decreto legge n. 5/2022.

Nella scuola primaria, con cinque o più casi di positività nella stessa classe i vaccinati e i guariti da meno di 120 giorni o dopo il ciclo vaccinale primario, i vaccinati con dose di richiamo e gli esenti dalla vaccinazione proseguono l’attività in presenza con l’utilizzo della mascherina ffp2 (sia nel caso dei docenti che degli alunni sopra i 6 anni) fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività.

Lo stesso accade nella scuola secondaria di primo e secondo grado con due o più casi di positività.

Per la permanenza in aula è sufficiente la certificazione verde, controllata tramite App mobile.

Dal vademecum del ministero

In caso di sintomi (sia alla comparsa che in caso di persistenza al 5° giorno successivo alla data dell’ultimo contatto) occorre effettuare un test antigenico rapido o molecolare.

Possono rimanere in presenza, oltre agli alunni vaccinati e guariti da meno di 120 giorni o dopo il ciclo vaccinale primario e i vaccinati con dose di richiamo, gli esenti dalla vaccinazione. Per questi ultimi è necessario che i genitori facciano richiesta. Se lo studente è maggiorenne può richiedere egli stesso la didattica in presenza.

DECRETO n.5/2022

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur