Studenti: no al taglio dei fondi di istituto

di Lalla
ipsef

Unione degli Studenti – Nonostante il clamoroso ritardo, lo scorso 26 novembre, con l’intesa tra il Miur e le organizzazioni sindacali, è stata assegnata una quota parte dei fondi MOF 2013/2014. In questo modo le scuole potranno iniziare a redigere il proprio programma annuale, pur essendo agli sgoccioli per la sua approvazione che dovrebbe essere fissata per il 15 dicembre di ogni anno.

Unione degli Studenti – Nonostante il clamoroso ritardo, lo scorso 26 novembre, con l’intesa tra il Miur e le organizzazioni sindacali, è stata assegnata una quota parte dei fondi MOF 2013/2014. In questo modo le scuole potranno iniziare a redigere il proprio programma annuale, pur essendo agli sgoccioli per la sua approvazione che dovrebbe essere fissata per il 15 dicembre di ogni anno.

Per il momento il Miur attribuirà alle scuole 521 milioni di euro a fronte dei 984 disponibili, ma si prospetta un attingimento dei circa 350 milioni restanti per pagare gli scatti d’anzianità 2012.

"Riconosciamo quanto lo sblocco di questi fondi possa ridare fiato alle nostre scuole, facendo partire almeno in parte la contrattazione integrativa e dunque attività di recupero, approfondimento e in generale una migliore attuazione dell’offerta formativa, – dichiara Roberto Campanelli, coordinatore nazionale dell’Unione degli Studenti – ma ci teniamo a sottolineare quanto si tratti ancora di una misura tampone a fronte della drammatica situazione in cui versano le scuole alle quali è minato sostanzialmente l’esercizio dell’autonomia didattica e organizzativa."

"Rivendichiamo il ripristino totale dei fondi per il miglioramento dell’offerta formativa e rifiutiamo con forza la proposta dell’uso dei 350 milioni non ancora attribuiti alle scuole per pagare gli scatti di anzianità 2012. Gli scatti d’anzianità vanno pagati senza intaccare i fondi MOF. – continua nella nota l’Unione degli Studenti – Non vogliamo cadere in una contrapposizione sterile con i docenti che, non solo vedono con scarsa certezza il pagamento degli scatti del 2012, ma hanno la triste certezza del blocco per quelli del 2013.

Il MOF è stato già decurtato del 25% con l’Accordo separato 2013 e un ulteriore prosciugamento determinerebbe un ulteriore abbassamento dell’offerta formativa, con meno corsi di recupero, attività extrascolastiche e sportelli didattici. Ciò significherebbe un’ulteriore dequalificazione della scuola pubblica. Il Ministro Carrozza rispetti le promesse che aveva fatto al suo insediamento in merito al "ripristino del fondo per le attività aggiuntive del personale scolastico".

Rivendichiamo un’inversione di marcia in merito e ci mobiliteremo qualora si vada a tagliare per l’ennesima volta sulla scuola pubblica!"

Fondo istituto. Assegnato oggi alle scuole fondi MOF accordo 26 novembre, pari al 50% circa del totale. Il testo della nota inviata alle scuole

Versione stampabile
anief anief
soloformazione