Studenti manifestano davanti al ministero dei Trasporti

Stampa

Qual è il problema per un rientro in aula in sicurezza? Il trasporto pubblico? E allora è lì che si deve andare a far sentire la propria voce.

E’ quanto devono aver pensato alcuni studenti e il comitato Priorità alla Scuola che hanno spostato il luogo della protesta.

Basta raduni sotto la scalinata di viale Trastevere, sede dell’Istruzione, o sotto i Palazzi del potere in senso lato. Se l’inefficienza è quella dei mezzi pubblici, la manifestazione va organizzata sulla piazza subito fuori Porta Pia, dove c’è il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Muniti del consueto megafono e degli striscioni, i ragazzi hanno chiesto “Dove sono i fatti?” e reclamato “Scuole e Trasporti sicuri”.

Il sit-in è in vista della ripresa delle scuole per il 7 gennaio, ma anche in relazione a problemi atavici della scuola accentuati dalla pandemia. Secondo un attivista che ha parlato anche in veste di genitore, “Bisogna investire sui tamponi nelle scuole, sui trasporti e c’è bisogno di più insegnanti soprattutto alle medie e alle elementari”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur