Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Studenti mancini, un progetto che è un manuale operativo per la scuola dell’Infanzia. Scarica gratuitamente

Stampa

l giorno, che onora la ‘sinistralità’ o il mancinismo, è stato osservato per la prima volta nel 1976 da Dean R. Campbell, il fondatore di Left-Handers International Inc., e da allora è stato celebrato ogni anno.

Ogni anno, per celebrare i mancini in un mondo dominato dai destrimani e per aumentare la consapevolezza sui problemi quotidiani che i mancini devono affrontare, il 13 agosto è segnato come “Giornata internazionale dei mancini”.

Venerdì 13 agosto 2021 sarà un altro giorno per aumentare la consapevolezza sul mancinismo e sulle sfide dell’essere mancini in un mondo progettato (soprattutto dai produttori) per i destrimani.

Il mancinismo e gli studi scientifici

Gli studi dimostrano che circa il 10% della popolazione mondiale è mancina, con maggiori probabilità che lo siano gli uomini. Tra i famosi mancini ricordiamo Mahatma Gandhi, Santa Madre Teresa di Calcutta, lo scienziato Sir Isaac Newton, il generale francese Napoleone Bonaparte, il pittore Pablo Picasso, l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama e la personalità dei media Oprah Winfrey. E poi: Albert Einstein (probabilmente mancino corretto), Alessandro Magno, Aristotele, Benjamin Franklin, Benjamin Netanyahu (premier israeliano), Bill Gates, Caio Giulio Cesare, Caroline kennedy, Carlo Magno, David Rockefeller, Dwight F: Davis (ideatore della coppa Davis), Fidel Castro, Frank Kafka, Hans Christian Andersen Henry Ford (fondatore omonima casa automobilistica), Kant, John Kennedy.

Per non parlare degli attori e musicisti mancini famosissimi come: Charlie Chaplin, Tom Cruise, Matt Dillon, Greta Garbo, Fred Astaire, Kim Basinger, Kenneth Branagh, Judy Garland, Whoopie Goldberg, Cary Grant, Goldie Hawn, Robert DeNiro, Peter Fonda, Morgan Freeman, Marcel Marceau, Harpo Marx, Robert Preston, Robert Redford, Keanu Reeves, Julia Roberts, Mickey Rourke, Christian Slater, Sylvester Stallone, Rod Steiger, Emma Thompson, Dick Van Dyke, Marilyn Monroe, Demi Moore, Kim Novak, Ryan O’Neal, Anthony Perkins, Luke Perry, George Kennedy, Nicole Kidman, Shirley MacLaine, Bruce Willis Winfrey, Beethoven, Oprah.

Le statistiche dei “mancini” in tutto il mondo sono aumenta nel corso degli anni da solo il 2% nel 1860 al 4% negli anni ’20 e al 10% nel 2021. Ciò è attribuito al cambiamento e al declino delle pratiche sociali che hanno costretto i giovani a usare la mano destra quando si impara a leggere e scrivere, tenere oggetti e mangiare ecc.

La scienza spiega attraverso la ricerca che il mancinismo è il risultato di fattori come geni, peso alla nascita, età della madre, parti pretermine, nascite multiple, durante la gravidanza. Ma la base biologica per il mancinismo rimane in gran parte inspiegabile. Gli studi hanno dimostrato che il sesso maschile ha maggiori probabilità di essere mancino rispetto al sesso femminile.

Problemi per i mancini

Nel corso dei secoli, i mancini naturali hanno dovuto affrontare diversi svantaggi. In diverse culture tali persone hanno subito discriminazioni dovute a superstizioni e sono state spesso punite per “curare” il loro mancinismo.

I pregiudizi nella storia

Un esempio importante è l’ex monarca britannico Giorgio VI, nato mancino ma costretto a usare la mano destra. Si ritiene che il suo famoso problema di balbuzie – soggetto del film del 2010 ‘Il discorso del re’– sia

attribuibile a questa compulsione che ha dovuto affrontare durante l’infanzia.

Il pregiudizio storico contro i mancini è meglio riflesso dalla parola inglese “sinister”, sinonimo di male o minaccioso; la sua radice latina ‘sinestra’ significa ‘a sinistra’.

Le lotte quotidiane dei mancini

Tra le lotte quotidiane che i mancini continuano ad affrontare ci sono durante l’utilizzo di oggetti progettati per i destrimani, come forbici, tastiere, scrivanie per destrimani, chitarre e persino console per videogiochi.

Il 13 agosto, molti mancini usano i social media per celebrare la loro unicità e per esprimere le loro lamentele.

Usiamo la mano “non dominante” per celebrare la giornata dei mancini

La giornata viene spesso celebrata creando “zone per mancini” (di solito istituita in tutto il mondo), dove donne e uomini che usano la destra come dominante sono incoraggiati ad usare la mano non dominante per eseguire semplici compiti. Alcuni strumenti e utensili per mancini vengono messi in queste zone designate per invitare le persone a scoprire com’è essere un “mancino” in un mondo di destrorsi.

Può interessare ai lettori sapere che esiste un International Left Handers Club (con iscrizione gratuita) che ha avuto inizio nel 1990, in risposta alle richieste dei clienti di produrre una newsletter e una campagna per conto dei mancini per ottenere prodotti per mancini e per sensibilizzare sui problemi che devono affrontare i mancini (in particolare i bambini mancini nelle scuole).

Ambidestre e mano mista

La ricerca ha anche dimostrato che alcune persone sono in realtà “ambidestre” in quanto possono usare molto bene sia la mano sinistra che quella destra, mentre alcune hanno “la mano mista” poiché alcuni compiti vengono eseguiti con la mano destra e alcuni altri vengono eseguiti con la mano sinistra.

I mancini al centro delle attenzioni commerciali e della scuola

Ora c’è anche un aumento della commercializzazione di gadget per mancini, strumenti, guanti da forno e kit da golf. Un’attenzione commerciale che fa comunque la differenza in un mondo che, talvolta, sembra addormentato e guarda con diffidenza a tutto ciò che non è statisticamente maggioranza. Stessa attenzione nelle scuole, in questi ultimi anni. L’Ambito territoriale di Biella e di Verbania, ad esempio, ha attuato diffondendolo nelle scuole il “Progetto per l’osservazione e la prevenzione delle difficoltà di apprendimento” un vero e proprio manuale operativo per la scuola dell’infanzia e per il biennio della scuola primaria che tiene nella giusta e dovuta considerazione, ad esempio, i bambini mancini dedicando sezioni specifiche proprio a loro in un’ottica inclusiva senza precedenti. Il progetto è davvero molto puntiglioso grazie alla collaborazione dei direttori di Neuropsichiatria infantile dell’ASL di Biella Guido Fusaro e Verbania Stefania Vozza, del Dirigente MIUR Raffaele Ciambrone e della Dirigente scolastica Teresa Citro, dei supervisori dei lavori, il supporto dell’ufficio studi M.Morbin e M.Pisu, delle insegnanti della scuola dell’infanzia: I.Zordan, E.Anselmo, M.Beccato, E.Dal Pio Luogo, C.Tognatti, D.Castello, A.Pavan, M.Ronzani, R.Lazzarotto, C.Mino, D.Salino, R.Clerico, R.Cimma, E.Albertino, G.Graziano, F.Firenze, C. Graglia, M. Facheris, le insegnanti della scuola primaria: E.Masento, S.Monti, M.Paganin, A.Curnis, S.Gallo, MG. Givone, S.Mosca, C.Primo, V.Botta, N.Vecchi, B.Aprile, S.Nuccio, A.Tescari, P.Scandolera, M.Saveriano, N.Barberis, S.Ferla, S.Rolando, MG. Maturo, A.Zottarelli, G.Longhi, M.Fizzotti, C.Trabaldo, F.Cesareni, M.Viganò, L.Campesan, S.Luisiani, delle logopediste della SC Medicina Riabilitativa dell’ASLBI di Biella Elisabetta Minola, Brunella Pozzo, dei fisioterapisti della SC Medicina Riabilitativa dell’ASL BI di Biella Cristina Florio, Massimo Bocchio Ramazio e Elena Anzola. Un particolare grazie ai coordinatori del progetto Cinzia Sabatino Docente, X Ambito territoriale Biella e Lia Rusca, Direttore SC Medicina Riabilitativa ASL BI Biella.

Progetto studenti mancini

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur