Gli studenti italiani sono troppo lenti al risveglio: occorre modificare le abitudini e spegnere i cellulari

WhatsApp
Telegram

GB – La maggior parte degli studenti italiani lamenta difficoltà al risveglio a causa di abitudini errate: potrebbe essere infatti colpa dei dispositivi elettronici che hanno sempre accanto.

GB – La maggior parte degli studenti italiani lamenta difficoltà al risveglio a causa di abitudini errate: potrebbe essere infatti colpa dei dispositivi elettronici che hanno sempre accanto.

Il prof. Charles Czeisler dell’Università di Harvard ha condotto un importante studio sugli effetti negativi che i dispositivi elettronici causano al ritmo del sonno.Lo studio ha dimostrato come la luce blu proveniente dai dispositivi in esame, sia in grado di ostacolare la produzione di melatonina. Un inganno per l’orologio biologico: è come se la luce comunicasse al cervello che è ancora giorno, spingendolo di conseguenza a rimanere sveglio.

Il dr. Michele Raja dell’ASL di Roma, ha stilato un decalogo di suggerimenti per una corretta igiene del sonno, ottimi per agevolare il risveglio.

Da evitare assolutamente:

1.    Sostanze stimolanti, in primo luogo sostanze contenenti caffeina che interferiscono negativamente con il sonno fino a 24-48 ore dall’assunzione. Anche la camomilla, contrariamente a quanto si crede, può avere effetto stimolante e rendere meno facile il sonno e quindi il risveglio.

2.    Evitare di bere alcolici in quantità eccessiva.

3.    Alzarsi al mattino sempre alla stessa ora indipendentemente da quanto si è riusciti a dormire nel corso della notte. Anche e soprattutto la domenica.

4.    Evitare accuratamente di svolgere in camera da letto azioni che non siano il sonno o il sesso !

Esiste anche un’applicazione per smartphone: si chiama Sleep as Android, una sveglia intelligente capace di monitorare i cicli del sonno.

Quando il sonno risulterà meno intenso, la sveglia inizierà a suonare nell’intervallo di tempo impostato in precedenza dall’utente. L’unico neo è che lo smartphone dovrà essere posizionato sul materasso perché possa svolgere al meglio la sua funzione.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur