Studenti in protesta: bruciato manichino di Salvini, bandiere M5S e lanciate uova contro consolato USA

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Molte le notizie che arrivano dal territorio relativamente alla manifestazione che oggi ha visto scendere in piazza gli studenti.

Chiedono più fondi, queli tagliati “10 anni fa”, dicono. ” Nessun governo ha finora risanato i miliardi di tagli che pesano sulla nostra condizione di studenti da ormai 10 anni. Oggi siamo qui per portare il conto.” A ciò si aggiungono le recriminazioni circa “le diseguaglianze e l’alternanza scuola lavoro, la legge di bilancio, l’edilizia scolastica e gli investimenti, il numero chiuso universitario e le scuole sicure”

Molte città coinvolte, da Milano a Napoli, Roma, Cagliari. Migliaia di studenti in piazza. A Napoli gli studenti hanno chiesto più investimenti, a Roma al grido di “giù la maschera” gli studenti sono scesi in piazza per protestare anche contro il piano “Scuole sicure”. “Non è questo il cambiamento”, si legge sullo striscione di apertura degli studenti medi romani. “Tantissime sono le altre città in Italia dove stiamo manifestando assieme all’UDU – Unione degli Universitari! – sottolineano dalla Rete degli studenti – Siamo stufi delle vostre bugie, Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Non siamo più disposti a credervi!”.

La manifestazione a Milano si è trasformata anche in un “No Salvini day”. I manifestanti del ‘No Salvini day’, scrive l’ANSA, hanno lanciato uova e petardi contro gli agenti disposti in tenuta antisommossa a Milano, a pochi metri dal consolato Usa, uno delle tappe del corteo scelta per mostrare vicinanza alla ‘carovana migrante’ che tenta di varcare la frontiera con il Messico.

“Ho visto che ci sono manifestazioni di studenti in cui hanno bruciato manichini con la faccia di Salvini ed è stato scritto ‘Uccidere Salvini non è reato’. Io dico che il fuoco non è mai la soluzione”. Ha detto Matteo Salvini in risposta alla provocazione degli studenti, durante la registrazione a Cinecittà del programma ‘Nemo’, su Raidue.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione