Studenti in aula per stare vicino al compagno disabile: accade a Bologna all’istituto Salvemini

Stampa

Una cinquantina di studenti sono tornati in classe, nonostante la didattica a distanza imposta dall’emergenza sanitaria, per stare vicino ai compagni con disabilità che seguono ancora le lezioni in aula.

Succede all’Istituto tecnico commerciale Salvemini di Casalecchio di Reno (Bologna) che tra poco celebrerà il 30esimo anniversario della strage alla succursale colpita, il 6 dicembre 1990, da un aereo militare in avaria.

Come riportano quotidiani bolognesi, oggi sono 150 in tutto gli studenti presenti e, in ogni aula, sono al massimo in cinque.

Il preside Carlo Braga ha fatto valere le indicazioni del Ministero dell’Istruzione, collegata al Dpcm, che “consente il ritorno in aula a piccoli gruppi di ragazzi meritevoli – ha spiegato – da affiancare agli alunni disabili, quelli con disturbi dell’apprendimento o con bisogni speciali. Ora a scuola c’è un clima vivibile, pensiamo di potere arrivare – ha aggiunto – a 200 studenti in presenza”. 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia