Gli studenti giocano a Cat Nomination su FB: al posto del drink poesie di classici latini e greci

WhatsApp
Telegram

Giulia Boffa – Su FB c’è un nuovo gioco che sta circolando tra gli studenti: stavolta però è un gran bel gioco, sulla falsariga del gioco Nek nomination,ma non c’è l’invito a bere, ma a declamare poesia di Catullo.

Il gioco è partito da due studenti della prima liceo classico, sezione ‘A’, "Calamo" di Ostuni, che hanno deciso di rispondere alla "Nek nomination", la sfida alcolica che tanto ha fatto parlare di sè, con una "Cat nomination" dove "Cat" sta per Catullo.

Giulia Boffa – Su FB c’è un nuovo gioco che sta circolando tra gli studenti: stavolta però è un gran bel gioco, sulla falsariga del gioco Nek nomination,ma non c’è l’invito a bere, ma a declamare poesia di Catullo.

Il gioco è partito da due studenti della prima liceo classico, sezione ‘A’, "Calamo" di Ostuni, che hanno deciso di rispondere alla "Nek nomination", la sfida alcolica che tanto ha fatto parlare di sè, con una "Cat nomination" dove "Cat" sta per Catullo.

Una seconda liceo ha di seguito risposto con i versi di Orazio,  e ancora con il greco di Callimaco, cercando di restare fedele alla metrica.

Come funziona il gioco, per il quale i docenti sono entusiasti? Se il gioco originale, il Nek Nomination, prevede che si beva una bottiglia di un alcolico il più velocemente possibile per poi invitare un amico a fare lo stesso, pubblicando poi un video su Facebook, gli studenti del "Calamo" si filmano mentre a memoria declamano i versi dei poeti dell’antichità classica.

Poi si passa il testimone a un compagno che prosegue entro e non oltre le 24 ore successive per non spezzare la catena virtuale. Non ci sono pegni, nè si vince nulla, se non la popolarità di un gioco davvero molto carino.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Hai ottenuto il ruolo? Il 28 settembre segui il webinar gratuito: “Neo immessi in ruolo: cosa c’è da sapere per superare l’anno di prova”