Studenti: domani e il 26 in piazza per dare priorità alla scuola

Stampa

I nostri istituti sono stati riaperti da una settimana e l’unica cosa che emerge è che le nostre scuole sono in ginocchio a causa di un piano di riapertura inadeguato”: lo afferma Alessandro Personè dell’Unione degli Studenti.

“Trasporti insufficienti, lavori di edilizia scolastica mai partiti, organico mancante e didattica a distanza ancora presente. Chiediamo alla ministra risposte concrete in merito al Recovery Fund: 209 miliardi sono un primo passo per costruire un nuovo modello di scuola che superi problemi strutturali che subiamo da anni – continua l’Unione degli Studenti – vogliamo un incontro tra ministra dell’istruzione, governo e parti sociali per discutere insieme una proposta su come e dove spendere i fondi.

Vogliamo tornare a scuola in presenza ed in sicurezza, vogliamo risposte ai problemi strutturali che la scuola ha già da anni e che la pandemia ha fatto esplodere- conclude Alessandro Personè dell’Unione degli Studenti – per questo motivo il 25 e 26 Settembre ci mobiliteremo per dire una cosa semplice: dobbiamo dare Priorità alla scuola per immaginare un nuovo modello di società!”. Domani l’appuntamento degli studenti è fissato alle ore 9:00 davanti Montecitorio e a Milano alle ore 9 a Largo Cairoli.

Stampa

“Cassetta degli attrezzi per i futuri insegnanti di sostegno” a cura della Dott.ssa Chiocca, del Dott. Ciraci e dell’Avv. Miceli. Segui il webinar gratuito