Gli studenti della Sapienza si mobilitano contro il numero chiuso per le lauree in Chimica, Chimica industriale, Chimica del restauro e tecnologie per la conservazione dei beni culturali

di Giulia Boffa
ipsef

GB – Gli studenti della facoltà di Chimica della Sapienza di Roma sono in rivolta per la proposta di applicare il numero chiuso ai corsi di laurea in Chimica, Chimica Industriale, Chimica del restauro e tecnologie per la conservazione dei beni culturali.

GB – Gli studenti della facoltà di Chimica della Sapienza di Roma sono in rivolta per la proposta di applicare il numero chiuso ai corsi di laurea in Chimica, Chimica Industriale, Chimica del restauro e tecnologie per la conservazione dei beni culturali.

“Siamo a un punto di non ritorno, perché verrà stroncato il libero accesso all’istruzione e ciò che riteniamo assurdo è l’indifferenza e l’inerzia con le quali è stata affrontata la questione da parte dei docenti” scrivono gli studenti, contrari allo sbarramento ipotizzato per i nuovi iscritti causa taglio dei fondi da parte del governo.La votazione del consiglio di dipartimento si dovrebbe effettuare a marzo dopo un tavolo di discussione studenti-professori”.

Gli studenti chiedono che venga rimandata, perché, dicono, “una decisione così importante per il futuro del dipartimento  non può essere presa con una semplice alzata di mano”.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione