Studenti costretti a trattenere la pipì, la denuncia di alcuni ragazzi: “Gli insegnanti non ci concedono il permesso di andare in bagno”

WhatsApp
Telegram

Un problema sta emergendo nelle scuole di un paese in provincia di Macerata: il divieto di utilizzare il bagno durante le lezioni.

Come segnala Radio Erre, questa restrizione, imposta da alcuni insegnanti, sta causando crescenti livelli di disagio e preoccupazione tra gli studenti, costretti a sopportare lunghi periodi di tempo senza poter soddisfare le proprie necessità fisiologiche.

Di fronte a questa situazione inaccettabile, un gruppo di studenti ha deciso di alzare la voce. Attraverso una petizione, hanno raccolto numerose testimonianze di compagni che hanno vissuto sulla propria pelle la frustrazione di vedersi negato l’accesso al bagno. I risultati sono allarmanti: oltre l’80% degli intervistati ha dichiarato di essersi trovato almeno una volta in questa spiacevole situazione.

“È umiliante essere trattati come se non fossimo in grado di gestire le nostre necessità fisiche“, ha commentato una studentessa coinvolta nella raccolta firme. La rabbia e la frustrazione degli studenti sono palpabili. Alcuni hanno persino denunciato di aver subito punizioni per aver lasciato la classe senza permesso, anche solo per recarsi al bagno.

Tale comportamento, se fosse appurato, da parte di alcuni insegnanti non solo viola i principi fondamentali di rispetto e dignità, ma mette anche a rischio la salute degli studenti. Trattenere le proprie necessità fisiologiche per lunghi periodi può portare a disagi fisici e psicologici, con possibili conseguenze a lungo termine.

La questione sollevata dalla petizione degli studenti pone seri interrogativi sulla responsabilità degli insegnanti nel garantire un ambiente educativo sicuro e inclusivo. È fondamentale che le istituzioni scolastiche prendano coscienza di questo problema e adottino politiche chiare e trasparenti che garantiscano a tutti gli studenti il diritto di utilizzare il bagno quando ne hanno bisogno, senza timore di punizioni o umiliazioni.

WhatsApp
Telegram

“Percorsi abilitanti 30 CFU ai sensi dell’art. 13 del DPCM 04/08/2023”.  Hai tempo solo fino al 27 giugno 2024. Contatta Eurosofia