Studentessa vittima di bullismo, inserita in un WhatsApp denominato”Noi ti odiamo”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Una dodicenne di una scuola secondaria di primo grado di Piacenza è stata oggetto di atti di bullismo da parte di sette compagni di classe.

La studentessa, come riferisce TGCOM 24, è stata presa di mira con continui insulti ed è stata inserita in un gruppo WhatsApp intitolato “Noi ti odiamo”.

La ragazza, a causa di quanto subito, si è ammalata per l’ansia provocata dal comportamento del gruppo. 

I sette compagni sono accusati di violenza privata continuata, minacce e diffamazione.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione