Studentessa rivela gli abusi subiti dal fratellastro in un tema a scuola: è stato il suo insegnante a capire tutto

WhatsApp
Telegram

A volte la scuola può aiutare a svelare parti dolorose degli studenti, come problemi e tragedie vissute ma che in molti casi non riescono ad emergere. E’ il caso segnalato da La Repubblica, che racconta di come un tema di quando una studentessa aveva 14 anni narrasse un tragico evento per la stessa: abusi sessuali da parte del fratellastro.

Il tutto è venuto alla luce solo a distanza di anni, dentro la scuola. Un insegnante delle scuole medie le ha chiesto di preparare un testo parlando della sua famiglia. E a quel punto i ricordi sono cominciati a riaffiorarle di nuovo.

La giovane, che aveva attorno ai 14 anni quando ha scritto il compito, ha ripensato al periodo in cui andava ancora alle scuole elementari. E al momento in cui sarebbe rimasta vittima del fratellastro. In almeno un occasione, è emerso dal racconto della bambina (prima nel tema e poi quando è stata ascoltata), l’uomo avrebbe compiuto degli atti sessuali su di lei.

Il docente è riuscito ad intuire e comprendere che qualcosa non andava nella situazione della ragazzina e così, una volta confrontato anche con alcuni colleghi, è stata attivata la procedura di segnalazione e di supporto alla piccola. A quel punto è stata contattata anche la procura, avvisata dei fatti e inviato il materiale. Successivamente la ragazza, con il supporto anche di uno psicologo, è stata ascoltata in forma protetta.

La vicenda giudiziaria è ancora nella fase iniziale, perchè siamo  alle indagini preliminari. E ogni accusa dovrà essere verificata ed eventualmente confermata. Ieri un perito ha intanto stabilito che l’adolescente è in condizioni di essere sentita. E il prossimo gennaio si terrà in aula l’incidente probatorio.

L’accusa per il fratellastro è duplice: atti sessuali con minore e anche corruzione di minorenne.

Questo episodio conferma quanto possa essere delicato e allo stesso tempo decisivo il ruolo dell’insegnante e della scuola: la studentessa non aveva mai, infatti, fatto emergere nulla di ciò che le era accaduto anni prima. Solo un tema a scuola e l’attenzione di un insegnante hanno permesso di far venire a galla una storia difficile.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur