Studentessa modello prende 4 al tema di maturità, fa ricorso al Tar e lo vince: dopo tre anni si riesaminerà la prova

Stampa

Un caso che farà discutere. Una studentessa, ammessa alla maturità con la media di 8,82, prende 8 punti su 20 alla sua prima prova d’esame (praticamente 4). Questo voto pregiudica l’esito finale dell’esame: prenderà 78 su 100. La ragazza ha deciso di fare ricorso al Tar per chiedere l’annullamento di quel voto. I giudici amministrativi le hanno dato ragione.

La prova, svolta a giugno 2018,  dovrà essere rivalutata. Il giudizio della commissione, così come segnala Il Giorno, era stato molto duro: “Insufficiente l’ideazione e pianificazione del testo, la padronanza lessicale, la correttezza grammaticale, l’uso della punteggiatura, la coerenza del percorso ragionativo”.

La studentessa, però, non ci sta e fa ricorso al Tar. Per i giudici, i docenti hanno valutato male: “Non occorre una specifica qualificazione o competenza professionale per riscontrare l’erroneità o comunque l’irragionevolezza e l’arbitrarietà (se non il travisamento dei fatti) di taluni giudizi”.

La conclusione è stata, quindi, di accogliere il ricorso della famiglia della ragazza, disponendo che il provveditore nomini una nuova commissione che riesaminerà il tema. Il punteggio di maturità finale della studentessa viene rimesso in discussione.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur