Studentessa di 13 anni deve leggere un fumetto “pornografico” per un progetto: il padre denuncia la scuola

WhatsApp
Telegram

Dalla Spagna, a Palma di Maiorca, un padre ha denunciato una scuola perché la figlia tredicenne è stata costretta a leggere un fumetto con immagini sessualmente esplicite.

Il fumetto intitolato “Il blu è un colore caldo” è stato distribuito alla seconda classe dell’ESO circa 10 giorni fa, riporta Il Messaggero.

Gli studenti hanno dovuto leggerlo e realizzare un progetto., racconta il genitore, che spiega: “Mia figlia mi ha detto che le faceva schifo e io sono rimasto stupito quando l’ho letto”.

Il fumetto racconta della storia di “una ragazza di 15 anni che ha rapporti lesbici con una donna adulta, la cui età non è chiara” e trasmette valori contrari a quelli che vuole instillare nella figlia, come l’uso di droghe o alcol, l’infedeltà e la pornografia.

Si dice addirittura che esista un ‘palcoscenico migliore, che è la morte’, e infatti il ​​protagonista muore più tardi“, dice il genitore.

Insoddisfatto di questo materiale, l’uomo ha contattato altre famiglie, che hanno anche espresso il loro rifiuto, e hanno chiesto al centro di rimuoverlo.

Il coordinatore della co-educazione dell’IES Porreres ha risposto che erano obbligati a dare questo materiale perché lo dice la legge Lgtbiq+ … Parliamo di immagini tra una ragazza e una donna, cunnilingus, baciare e succhiare i capezzoli… Mi sento a disagio a dirlo ma se non lo dico non si saprà”,

Nella classe di mia figlia l’hanno ritirato ma in altre classi continua ad essere insegnato“, dice ancora l’uomo, che assicura che ora sua figlia deve leggere un altro libro con contenuto LGTBI ma senza immagini esplicite, “che forse è anche peggio“.

L’uomo ha sporto denuncia alla Corte Inquirente di Palma contro l’insegnante e il consiglio di amministrazione dell’Istituto per un reato di diffusione di materiale pornografico tra minori.

WhatsApp
Telegram

Concorso Insegnanti di Religione Cattolica. Scegli il corso specifico di Eurosofia con esempi di unità didattiche. Guarda la demo