Studentessa con disabilità “discriminata”: Tribunale condanna la scuola e la fa iscrivere senza prova. Ministero dovrà pagare 3000 euro

WhatsApp
Telegram

Studentessa con disabilità cognitiva e invalidità al 100% non ammessa al liceo musicale. Gli avvocati presentano ricorso e vincono. A riportarlo è oggi la Repubblica. Il Tribunale nei giorni scorsi ha condannato la scuola ad ammettere la ragazza senza nessuna prova selettiva.

La Sezione Prima — Diritti della persona del Tribunale di Milano ha condannato la scuola a iscrivere la ragazza al primo anno di corso senza nessuna prova d’ingresso. Il ministero dell’Istruzione dovrà pagare un risarcimento di 3000 euro.

La giudice ha accolto il ricorso per l'”azione discriminatoria a tutela di alunna minore con disabilità, avverso la condotta dell’Amministrazione scolastica convenuta, consistente nella mancata ammissione di (omissis) alla classe prima del Liceo musicale per l’anno scolastico 2021/22 e nella mancata predisposizione di adeguati accomodamenti ragionevoli a favore di una minore con disabilità per svolgere la prova di ammissione”.

“Si ritiene che la condotta dell’amministrazione convenuta – si legge nell’ordinanza – abbia integrato una discriminazione indiretta in quanto la sottoposizione della minore, in condizione di grave disabilità, alla prova preselettiva prevista per tutti gli aspiranti, così come le modalità di approntamento per la minore di tali prove, hanno posto la stessa in una posizione di svantaggio rispetto agli altri alunni”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur