Studentessa abusata, De Cristofaro: come può la scuola aiutare ad affrontare difficoltà insormontabili?

Studentessa romana di 11 anni abusata per due anni. Il Sottosegretario all’istruzione Peppe De Cristofaro è intervenuto su Facebook sulla vicenda.

Gli abusi, di cui si è drammaticamente venuti a conoscenza ieri, sulla giovanissima studentessa romana sono una ferita che deve riguardare tutti noi. Con una domanda vera, dura a noi adulti sulle responsabilità mancate verso le giovani generazioni. Oltre che su una violenza che ancora una volta, miserabile e vigliacca, e’ di un uomo su una donna.

Le difficoltà e troppo spesso le violenze che i nostri figli, i nostri studenti sono costretti a subire, fino a limiti tremendamente dolorosi come quelli di oggi, sono insostenibili.

Oggi tutta la mia vicinanza, cura e attenzione sono per la giovane vittima e l’impegno mio e del Ministero è di esserle vicina e di supportarla in ogni momento. Insieme alla sua scuola che, grazie alla sensibilità e alla prontezza degli insegnanti e della dirigenza, ha avuto un ruolo fondamentale nel far emergere la terribile verità degli abusi e nel denunciare la vicenda alla polizia.

Nel mio ruolo questa vicenda, come tante altre differenti ma sempre gravi, impone anche una domanda sul ruolo della scuola e su come si possa aiutare di più e diversamente bambini e ragazzi ad affrontare difficoltà a volte insormontabili. Nella consapevolezza che questa responsabilità non possa essere solo degli insegnanti e che certe questioni richiedano specifiche formazioni e supporti professionali psicologici e medici” ha scritto il Sottosegretario.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia