Studente uccide il padre per difendere la madre, preside: deve poter sostenere Maturità

di redazione

item-thumbnail

L’omicidio è avvenuto nei giorni scorsi a Collegno. Il ragazzo 18enne ha ucciso il padre Giuseppe, con ventiquattro coltellate, per difendere sua madre. Il giovane subito dopo il delitto è stata arrestato.

Ora docenti e preside chiedono che il ragazzo possa svolgere l’esame di Maturità.

Oggi contatterò il Miur e le forze dell’ordine per capire se sarà possibile per Alex sostenere l’esame di maturità. So che si può svolgere in ospedale in caso di emergenza, non vedo perché non possa avvenire in carcere per un ragazzo sottoposto a una misura cautelare“, spiega il dirigente del Prever Rinaldo Merlone a Repubblica.

Alex è un ragazzo con tanti progetti, una buona media e dal carattere mansueto. Non ha mai condiviso l’inferno che viveva a casa con compagni o professori. Anche per loro ora dobbiamo immaginare un aiuto psicologico che in tempi di didattica a distanza è difficile” continua il preside.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione