Studente suicida prima della maturità. Ecco cosa ha scritto un amico

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Uno studente si è suicidato prima dello svolgimento degli esami di Maturità 2019. 

Ne parla l’Unionesarda.it, che riporta la lettera di un amico del giovane suicida.

Il ragazzo si è ucciso legandosi ad una corda nel terrazzo di casa.

Nella lettera l’amico fa un appello agli adulti affinché ascoltino i loro figli:

“Io vi prego di ascoltare i vostri figli. Fatelo quando sono felici, quando sono in ansia, quando sono tristi. Fatelo quando non vogliono parlare: in questo caso ascoltate il loro silenzio, perché a volte significa più di quanto sembri. Non fate l’errore di pensare che vada sempre e comunque tutto bene: ciò che mostriamo all’esterno può talvolta essere ingannevole e fuorviante”.

Oltre che agli adulti, il ragazzo si rivolge anche ai coetanei:

“Mi rivolgo ora ai miei coetanei, come un amico. Per voi, oltre all’ascolto dei vostri amici, si aggiunge un altro compito: quello di aprirvi e confidarvi, almeno con qualcuno. Non importa sia vostro zio, vostra sorella, il vostro cane o gatto. Parlate con chiunque. Parlate dei vostri problemi”

L’amico suicida, probabilmente, ha tenuto per sé il proprio dolore.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione