Studente positivo al Covid non rinuncia alla festa: il docente lo “incastra” con le foto sui social

Stampa

Uno studente di 19 anni, originario della provincia di Bassano, positivo al Covid, rischia fino a 18 mesi di carcere e un’ammenda di 5mila euro. Il ragazzo non ha rinunciato a partecipare alla festa di compleanno di uno suo compagno di classe malgrado fosse in quarantena per via della positività al Covid. Presenti oltre 40 persone, tutti senza mascherina né rispettando la distanza di sicurezza.

A fornire alle autorità sanitarie nomi e contatti di tutti i partecipanti è stato lo stesso festeggiato che ha scoperto della positività dell’amico solo grazie al senso civico di un suo insegnante.

Così come segnala il Corriere del Veneto, il professore, infatti, nei giorni successivi alla festa aveva telefonato allo studente per conoscere il suo stato di salute: il ragazzo, infatti, era assente da scuola per un infortunio avvenuto durante un’attività sportiva.

Parlando con l’insegnante, il ragazzo ha raccontato anche festa di compleanno, descrivendo alcuni momenti e facendo anche i nomi degli invitati. Nell’elenco è comparso anche il nome del diciannovenne, vecchia conoscenza del docente, che sapeva bene della sua positività al Covid 19, essendo il fratello di uno studente della stessa scuola in cui insegna. Non solo: la scoperta della sua positività aveva costretto le autorità sanitarie a porre sotto sorveglianza l’intera classe di un istituto superiore bassanese.

Lo studente, che aveva  pubblicato nei suoi profili social diverse foto della festa, si è visto costretto ad ammettere le proprie responsabilità, provando a giustificarsi dicendo di essersi sottoposto poco prima della festa ad un test rapido al quale era risultato negativo.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur