Studente o docente si assenta troppo? Scatta indagine epdemiologica dell’ASL

In tempi di emergenza COVID le troppe assenze degli studenti non potranno passare inosservate. Sulle modalità di comportamento delle scuole è intervenuto lo Istituto Superiore di Sanità con le linee guida che forniscono indicazioni “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia”

Troppe assenze, indagine ASL

Nel caso la scuola rilevi una quantità di assenze elevata, nel documento viene indicata come percentuale d’esempio il 40% (valore dovrà tenere conto anche della situazione delle altre classi il referente scolastico per il COVID dovrà comunicare l’anomalia al DdP (Dipartimento per la Prevenzione dell’ASL) che “effettuerà un’indagine epidemiologica per valutare le azioni di sanità pubblica da intraprendere, tenendo conto della presenza di casi confermati nella scuola o di focolai di COVID-19 nella comunità.”

Studio del ruolo degli asintomatici minorenni

Altra questione riguarda se un alunno risultasse a contatto stretto con un asintomatici e risultasse esso stesso asintomatico, il DdP valuterà l’opportunità di effettuare un tampone contestualmente alla prescrizione della quarantena. Il tampone avrà lo scopo di verificare il ruolo dei minori asintomatici nella trasmissione del virus nella comunità.

Scarica il documento

Vedi anche

Riapertura scuole, tutti gli adempimenti necessari: documenti da scaricare, modelli, info utili. AGGIORNATO

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia