Studente non vedente si laurea in Lettere Moderne: “Durante il covid era difficile seguire le lezioni a distanza. Sogno di insegnare”

WhatsApp
Telegram

Una laurea che vale oro. Gli sforzi sono stati ripagati. Si tratta della storia di Pasquale Ritenuto, un studente trentatreenne abruzzese non vedente dalla nascita, che si è laureato in Lettere Moderne all’Università dell’Aquila con la votazione di 103/110, discutendo una tesi di Storia medievale in braille.

È stato un approccio piacevole perché amo la storia sin dai tempi della scuola primaria – racconta il 33enne, come riporta Fanpage.it – mi è sempre piaciuto navigare nel medioevo e questo risultato per me è motivo di orgoglio“.

Una laurea che vale tanto proprio per i tanti ostacoli che il giovane ha dovuto superare: prima, nel 2019, quando non arrivavano i fondi comunali per l’acquisto dei testi in braille.

Poi, è arrivato il covid. E subito altre difficoltà: “Con il Covid ho dovuto seguire le lezioni a distanza; il computer ogni tanto si bloccava, quindi ho dovuto chiedere aiuto a chi mi stava intorno per continuare a seguire le lezioni“.

Pasquale ha un sogno: “Insegnare, in modo da tramandare la mia passione alle future generazioni“.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta