Studente morto in azienda, la madre: “Mio figlio è andato a scuola e non è più tornato”

WhatsApp
Telegram

Nelle ultime ore il mondo della scuola e non, è scosso dalla morte del giovanissimo Lorenzo Parelli, lo studente 18 enne morto che ha trovato la morte in un’azienda in provincia di Udine.

La madre, secondo quanto riporta Il Corriere della sera, ha detto: “Non incolpo nessuno. Anche perché non so con esattezza cosa sia successo. Solo un fatto è certo: mio figlio è uscito per andare a scuola e non è più tornato“.

Il ragazzo, diversamente da quanto emerso nelle prime ore successive alla tragedia, non si trovava in fabbrica per il PCTO ma essendo iscritto al CFP dell’Istituto Salesiani Don Bosco Bearzi di Udine, frequentante il quarto anno nel settore della meccanica industriale, stava svolgendo uno stage previsto dal piano di studi.

La Procura di Udine ha aperto un fascicolo in cui si ipotizza il reato di omicidio colposo. Si tratta, spiega l’Ansa, di un atto dovuto da parte della Procura avendo gli inquirenti la “necessità di svolgere attività di accertamento irripetibile nelle forme garantite di legge”.

Lo scopo è di “addivenire a una compiuta ricostruzione della dinamica dell’infortunio mortale”, così come per l’autopsia che sarà effettuata sul corpo del ragazzo.

La stessa Procura nella nota precisa che sono in corso approfondimenti d’indagine per individuare “eventuali ulteriori profili di responsabilità anche a carico di altre figure aziendali”.

Dolore e rabbia per la morte dello studente in stage. C’è chi dice: “Aboliamo i PCTO, la scuola si fa in classe”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur