Studente giù dal terzo piano della scuola: “Ho preso 2 in matematica e una nota. Mi sono sentito umiliato”

WhatsApp
Telegram

E’ salvo il 14enne che ieri si è lanciato dal terzo piano del suo liceo scientifico: la caduta è stata attutita dall’erba alta. Il giovanissimo ha spiegato i motivi che lo avrebbero portato al gesto.

Infatti, lo studente avrebbe raccontato al personale dell’ospedale in cui è ricoverato ad Ancona, il motivo del gesto: “Ho preso un 2 in Matematica e una nota disciplinare, mi sono sentito umiliato“.

“Abbiamo immediatamente attivato il servizio di consulenza psicologica dell’ospedale, la psicologa ha già preso in carico la classe” ha detto già ieri la preside dell’istituto.

Concorderemo un cronoprogramma di incontri – aggiunge – perché i ragazzi debbono essere supportati, oltre che dalle risorse scolastiche, anche da esperti esterni. Ma tutta la comunità scolastica è sconvolta“.

Il fatto “è avvenuto in classe durante la terza ora – racconta (e non durante la ricreazione come si era appreso in un primo momento, ndr) – erano presenti tutti i compagni, era presente la docente, improvvisamente è caduto“.

Prima di aprire la finestra e gettarsi nel vuoto, si legge su Ancona Today, lo studente avrebbe aperto il suo quaderno e scritto alcune parole per salutare chi gli voleva bene. Quel giudizio negativo lo aveva lacerato e la paura di doverlo dire ai suoi genitori avrebbe poi fatto scattare l’estremo gesto.

Studente di 14 anni giù da terzo piano della scuola: è salvo. Ipotesi brutto voto o momento di sconforto

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia