Studente di 17 anni telefona a Conte: persona disponibile, gli ho chiesto cosa ha votato al referendum

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Uno studente di 17 anni racconta a Repubblica.it la telefonata che è riuscito a fare ieri alle 20.27, mezz’ora prima della convocazione di Giuseppe Conte al Quirinale.

“Mi ha risposto alle 20.27, mancava solo mezz’ora all’incontro con il presidente Mattarella. Si giocava il suo e il nostro futuro.  Mi è sembrato una persona superdisponibile”. racconta a Repubblica “Mi incuriosiva scoprire cosa aveva votato al referendum e perché la sinistra ha perso tanti consensi. Non concordo con le accuse per il curriculum: è un professore universitario”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione