Studente con disabilità picchiato, trauma cranico perde anno scolastico per attacchi di panico. Genitori: “azione legale”

WhatsApp
Telegram

Un quindicenne di Pavia è stato vittima di un’aggressione in classe da parte di un compagno lo scorso novembre. Dopo alcuni giorni di ricovero in ospedale a causa di un trauma cranico, il giovane ha perso l’anno scolastico. La famiglia del ragazzo, che frequenta una scuola professionale ha annunciato un’azione legale contro l’istituto per chiarire le circostanze dell’accaduto.

Il ragazzo, con disabilità intellettiva, ha subito danni fisici e morali a causa dell’incidente. Attualmente, è ancora in cura con farmaci ed è seguito da uno psicologo. La famiglia ha espresso preoccupazione per il benessere del giovane e ha chiesto alla scuola di permettergli di seguire le lezioni a distanza, richiesta che non è stata accolta.

Due tentativi di reinserimento in classe sono falliti poiché il ragazzo ha subito attacchi di panico. La famiglia ritiene che la scuola non abbia fatto abbastanza per agevolare il ritorno del giovane all’ambiente scolastico.

Il direttore dell’istituto ha dichiarato che la scuola ha fatto il possibile per facilitare il rientro del ragazzo. Ha affermato che non è mai pervenuta una richiesta formale per la didattica a distanza, sottolineando che, comunque, sarebbe stata organizzata solo per un periodo limitato.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA