Studente autistico isolato a pranzo: indignazione e richiesta di chiarimenti

WhatsApp
Telegram

Un caso di possibile discriminazione nei confronti di uno studente autistico sta suscitando indignazione e richieste di chiarimenti da parte delle istituzioni e delle associazioni.

Marco, un ragazzo di 18 anni affetto da autismo ed epilessia, sarebbe costretto a pranzare da solo nella sua aula scolastica ad Amatrice, mentre i suoi compagni consumano il pasto in un ristorante convenzionato a pochi passi dalla scuola.

La denuncia dell’associazione Autismo Abruzzo Onlus

L’associazione Autismo Abruzzo Onlus, che da anni supporta la famiglia di Marco, ha denunciato pubblicamente la situazione, definendola una “discriminazione che va avanti da mesi”. Secondo l’associazione, i genitori del ragazzo non sono mai stati informati di questa modalità e hanno appreso la notizia solo di recente e per caso. Nonostante abbiano inviato una pec alla scuola, non hanno ancora ricevuto alcuna risposta.

“Un atto ignobile e diseducativo”

Dario Verzulli, presidente di Autismo Abruzzo Onlus, ha definito la scelta della scuola “un atto ignobile, oltre che diseducativo anche per il gruppo dei pari”. 

Interrogazione parlamentare e richiesta di verifica

La vicenda ha attirato l’attenzione del Sottosegretario all’Istruzione e al Merito, Paola Frassinetti, che ha espresso solidarietà alla famiglia di Marco e ha annunciato l’avvio di verifiche presso la scuola: “Dal quadro che emerge, la scelta della dirigente di questo istituto, effettuata per altro senza consultare la famiglia, di tenere il ragazzo affetto da autismo, Marco, separato dai propri compagni di classe durante il pranzo, va nella direzione opposta dalle linee indicate dal Ministero dell’Istruzione e del Merito. Come prima cosa desidero esprimere la mia solidarietà alla madre del ragazzo e sentirla per approfondire quanto successo”.

Mobilitazione del territorio

Anche il sindaco di Amatrice, Giorgio Cortellesi, si è mobilitato inviando una lettera alla scuola e all’Ufficio Scolastico regionale per chiedere chiarimenti urgenti.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia