Studente accende fumogeno fuori da scuola: sospeso per tre settimane, lavorerà in una cooperativa che assiste persone con disabilità

WhatsApp
Telegram

Deprecabile episodio in un istituto superiore di Castelfranco Veneto. Un giovane, al termine delle lezioni, ha acceso un fumogeno sul marciapiede di fronte alla scuola.

Fortunatamente, nessun passante o veicolo è stato coinvolto, e non ci sono stati feriti. La preside ha sottolineato come non si tratti di un atto di bullismo, ma ha comunque definito l’episodio come grave, come segnala Antenna Tre.

La risposta disciplinare non si è fatta attendere: lo studente è stato sospeso per tre settimane. Tuttavia, la sospensione rappresenta più un’occasione di riflessione che una punizione esemplare. Due delle tre settimane di sospensione verranno trascorse lavorando in una cooperativa locale che assiste persone con disabilità.  Questa disposizione segue il regolamento di istituto, che, oltre alle sanzioni, prevede anche lavori utili al fine di sensibilizzare gli studenti sull’importanza di mantenere l’ordine e il rispetto all’interno dell’istituto.

La preside, pur condannando l’atto, ha voluto distinguere questo episodio da altri comportamenti violenti e disordini recenti, come le spinte e le urla accadute sabato scorso alla stazione delle corriere, che potrebbero costare a quattro giovanissimi un Daspo urbano. L’episodio del fumogeno, sebbene grave, si discosta da comportamenti più violenti e preoccupanti, rivelando una possibilità di recupero e di educazione per gli studenti coinvolti.

La collaborazione con la cooperativa locale non solo contribuirà al percorso di crescita dello studente, ma rappresenta anche un esempio tangibile di come la responsabilità e l’educazione possano guidare i giovani verso un comportamento più maturi e consapevoli.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri