Student Radio, studenti romani in rete e nell’etere contro la dispersione scolastica

di Lalla
ipsef

Ufficio Stampa Student Radio – Gli studenti di quattro istituti romani realizzano un programma radiofonico per discutere di crisi, integrazione e musica. Tra gli ospiti l’Orchestra di Piazza Vittorio e l’economista Loretta Napoleoni.

Ufficio Stampa Student Radio – Gli studenti di quattro istituti romani realizzano un programma radiofonico per discutere di crisi, integrazione e musica. Tra gli ospiti l’Orchestra di Piazza Vittorio e l’economista Loretta Napoleoni.

Il progetto è stato anche occasione per incontrare professionisti della comunicazione, della musica e attivisti per i diritti umani.

‘Student Radio’ la voce delle classi medie e superiori della Capitale fa parte di un progetto di formazione finanziato dal Miur contro la dispersione scolastica

Secondo i dati del Rapporto sulla Condizione dell’infanzia e dell’adolescenza di Eurispes e Telefono Azzurro, più del 50% dei bambini e degli adolescenti è preoccupato di non riuscire a trovare un lavoro da grande. Questi sono gli altri numeri della crisi, quelli che nessuno racconta al Tg. Student Radio nasce per questo.

Due puntate radiofoniche per discutere di crisi, integrazione e musica viste dai banchi di scuola. Questo il primo passo del progetto di quattro istituti di Roma che attraverso interviste, schede e approfondimenti
racconteranno agli ascoltatori ansie e dubbi sul futuro. Una prospettiva fresca e piena di proposte per uscire dal tunnel della recessione e della frammentazione sociale.

L’obiettivo del giovane gruppo di lavoro è quello di istituire un *laboratorio di comunicazione e un comitato di redazione stabili per divertirsi imparando, insegnare ai ragazzi a fare radio e per fornire uno spazio di espressione ai bisogni e agli interessi dei più giovani.* I ragazzi hanno lavorato ai testi radiofonici e alle interviste da gennaio a giugno; il progetto è stato anche un’occasione per incontri di formazione con professionisti della comunicazione, della musica e attivisti per i diritti umani.

Il progetto Student Radio ha coinvolto quattro classi (medie e superiori) che in rete hanno sperimentato un nuovo percorso didattico attraverso la fusione di varie discipline (la Matematica, il Diritto, l’Economia e la Comunicazione). L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto Successo vs. Dispersione**”**, finanziato dal Ministero dell’Istruzione e finalizzato all’orientamento e al contrasto della dispersione scolastica.

Il progetto è stato ideato da una rete di scuole: l’ Istituto Federico Caffè di Roma, l’I.C. “Solidati Tiburzi”, l’I.C. “Nino Rota”, l’I.I.S. “Via dei Papareschi” e si articola in una serie di attività avviate dal mese di
ottobre 2012.

Student Radio ON AIR il 16 e il 23 giugno dalle 14.00 su Radio Popolare Roma (103.3)

STUDENT RADIO:

Nella prima puntata:I giovani e la crisi

@Gli studenti romani intervistano l’economista Loretta Napoleoni sulle cause della crisi economica in corso, sulla condizione dei giovani e sulla sua scelta di lavorare e vivere all’estero.

@I ragazzi dell’Istituto romano Federico Caffè, in un’Intervista impossibile, interrogano il noto economista pescarese cui è intitolata la loro scuola sulle ricette per uscire dalla recessione e su come porre un
freno alla disoccupazione.

@Partendo dai dati emersi da un sondaggio (elaborato dagli studenti stessi) su un campione di 440 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni gli alunni discutono ai microfoni di ‘Student Radio’ di spread, società, classe politica e vita cittadina. Emerge che a causa della crisi un ragazzo su tre ha rinunciato nell’ultimo anno ad andare al cinema o a concerti eliminando del tutto le spese superflue. Quasi il 20% degli studenti intervistati rinuncia a mangiare fuori con gli amici preferendo rimanere a casa. L’85% dei ragazzi pensa che l’attuale situazione economica avrà un effetto negativo sulla formazione culturale della sua generazione. Per il 63% degli studenti le leggi anti-corruzione italiane non sono adeguate e non permettono al Paese di essere amministrato per il bene comune.

Nella seconda puntata: La Musica come linguaggio universale e multiculturale

@Gli studenti incontrano l’Orchestra di Piazza Vittorio. Con un intervista al membro fondatore Pino Pecorelli gli alunni raccontano una storia di arricchimento e superamento delle barriere linguistiche e culturali.

@Una classe multietnica si presenta. Nella I A dell’Istituto di via dei Papareschi 13 studenti stranieri di seconda generazione raccontano la musica tradizionale del proprio Paese di origine.

@Gli studenti intervistano i partecipanti e gli operatori di un laboratorio musicale integrato per ragazzi disabili.

@In un adattamento radiofonico curato dagli studenti della III A della scuola media "Nino Rota" la storia di Jawad e la sua scatola di matite (da "La fortuna non esiste. Storie di uomini e donne che hanno avuto il
coraggio di rialzarsi, di Mario Calabresi).

per interviste o per ospitare anche tu il nostro lavoro scrivi a [email protected]

Versione stampabile
anief
soloformazione