Strumenti compensativi e misure dispensative. Come scegliere quelli più adeguati?

di
ipsef

os.it consiglia Forum Media Edizioni – La Legge 170/10 ha avuto il grande merito di delineare precisamente i doveri delle scuole nei confronti degli studenti con DSA, a cui oggi viene riconosciuto per diritto l’uso di strumenti compensativi e dispensativi di flessibilità didattica finalizzati al successo formativo.

os.it consiglia Forum Media Edizioni – La Legge 170/10 ha avuto il grande merito di delineare precisamente i doveri delle scuole nei confronti degli studenti con DSA, a cui oggi viene riconosciuto per diritto l’uso di strumenti compensativi e dispensativi di flessibilità didattica finalizzati al successo formativo.

Fin qui i doveri, ma come fare a scegliere quelli più adeguati senza un necessario supporto?

Per queste ragioni, la dott.ssa Lucia Ferlino, ricercatrice presso il CNR di Genova, esperta di metodologia e didattica per l’integrazione e di tecnologie didattiche per la disabilità, ha creato una sezione speciale all’interno del prodotto editoriale “Strumenti di supporto per studenti con disturbi specifici di apprendimento (DSA) e deficit di attenzione e iperattività (ADHD) – Schede di monitoraggio, raccolta di best practice e materiali di apprendimento personalizzabili su CD-Rom”. Si tratta di un vero e proprio vademecum sulla scelta degli strumenti compensativi per leggere, scrivere , studiare e facilitare lo studio che mostra agli utenti quelli sono le soluzioni open source attualmente disponibili e che ne evidenzia caratteristiche e funzionamenti.

Questo prodotto inoltre, fornisce, oltre a più di 400 documenti tra kit didattici e schede di monitoraggio per realizzare la didattica personalizzata per alunni e studenti con DSA e ADHD, un modello di PDP predisposto per ogni ordine e grado di scuola e le linee guida fondamentali per la sua compilazione, dalla raccolta delle informazioni alla programmazione di strumenti dispensativi e misure compensative idonee ad ogni necessità degli studenti, secondo le disposizioni del Ministero.

Per maggiori informazioni, clicchi qui.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione