Storie di ordinaria “Okkupazione”: quando la scuola ti viene “kiusa” perché inagibile, vigilantes armati contro studenti

di
ipsef

red – Sono decine le storie che circolano su Internet e che riguardano questo periodo di Occupazione degli istituti da parte degli studenti. A Palermo vigili del fuoco chiudono scuola perché cade intonaco.

red – Sono decine le storie che circolano su Internet e che riguardano questo periodo di Occupazione degli istituti da parte degli studenti. A Palermo vigili del fuoco chiudono scuola perché cade intonaco.

Da un giorno all’altro, agli studenti dell’Itis Vittorio Emanuele III in via Duca della Verdura a Palermo è mancata una scuola da "Okkupare".

La causa, il crollo di diversi pezzi di intonaco nell’area dell’atrio. Nessun ferito, ma i vigili del fuoco hanno efettuato un sopralluogo durante la notte e hanno deciso che l’ambiente deve essere sgomberato poiché ritenuto insicuro.

Un episodio che dà la misura delle difficoltà di alcune aree del paese relativamente all’edilizia scolastica, causata da scarsi investimenti nel passato e lentezza nell’assegnazione e spesa dei pochi fondi disponibili.

Di certo è che gli studenti in questione si troveranno senza una scuola, né per esercitare il proprio diritto allo studio, né per "Okkuparla".

Altra notizia, già circolante da alcuni giorni e divulgata, prima da Studenti.it e poi da Skuola.net.

Pare che a Napoli un vigilantes privato, chiamato da una scuola per evitare il tentativi di occupazione da parte degli studenti, lunedì abbia estratto la pistola e sparato due colpi in aria.

Chiamati i Carabinieri, questi avrebbero confermato l’accaduto. Un fatto grave che non mancherà di alimentare le polemiche

Versione stampabile
anief anief
soloformazione