Storia alla Maturità per verificare la capacità di fare nessi critici tra passato e presente. Lettera

WhatsApp
Telegram
ex

Inviato da Gianni Mereghetti  – Carissimo direttore, la polemica sulla questione della storia agli esami di stato non sembra placarsi, anzi la polemica si alimenta e senza possibilità di reale ricomposizioni.

Vale la pena a riguardo fare alcune precisazioni, dopo di che se il ministro volesse dare spazio a qualche modifica a riguardo sarebbe la cosa più gradita a tutti e la cosa più utile.

La prima osservazione è che il tema storico di fatto è stato in questi anni infattibile tranne i casi in cui l’argomento fosse stato affrontato in classe in modo analitico e con opportuni riferimenti storiografici. Bisogna prendere atto che la scuola superiore italiana non prepara a svolgere il tema storico, gli studenti non imparano a fare i piccoli storici. Per cui ripristinare il vecchio tema storico sarebbe deleterio!

La seconda osservazione è che soppresso il tema storico bisognerebbe ipotizzare una nuova forma per verificare conoscenze e metodologie dell’insegnamento di storia. Bisogna chiedersi quale sia lo scopo dell’insegnamento di storia e verificare se questo scopo viene raggiunto. Questo si dovrebbe fare per una riforma efficace, ma questo non è stato fatto!

Scopo dell’insegnamento di storia alle scuole superiori è quello di far conoscere la storia e contemporaneamente di aprire un confronto tra passato e presente. Questo gli studenti dovrebbero imparare, ad analizzare un fatto storico e a confrontarlo con la contemporaneità. Questo è ciò che gli studenti dovrebbero imparare studiando la storia, a capire il nesso che ha con il presente, a fare un confronto critico con le questioni attuali.

La conseguenza di queste due osservazioni è che all’esame di stato la storia dovrebbe essere introdotta sia nello scritto di italiano sia nel colloquio come occasione per verificare la capacità di fare nessi critici tra passato e presente. Niente temi storici così come niente più considerazione ideologica della storia, ma fatti storici di cui parlare attraverso un confronto critico con la contemporaneità.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri