Stop classi pollaio: Superare generica dicitura “di norma” DPR 81/09

WhatsApp
Telegram

Dopo aver letto su FB la risposta dell’On Azzolina al suo intervento sulla riduzione delle classi pollaio in presenza di disabili, pubblicato su Orizzonte Scuola nella giornata di ieri, il Consigliere della Federazione Pro Ciechi Gianluca Rapisarda così commenta

“Ringraziamo vivamente l’On. Azzolina per la prontezza e sollecitudine con le quali ha subito fugato i nostri dubbi circa le eventuali deroghe sul numero massimo di 20 alunni nelle classi in presenza di disabili, che potrebbero determinarsi in caso di approvazione del Testo di legge in discussione in questi giorni alla VII Commissione Cultura della Camera. Ciò le fa onore e dimostra tutta la sua sensibilità su un tema così delicato per tutte le nostre famiglie.

E tuttavia, preso atto e condividendo che, in materia di formazione delle classi con studenti disabili, la suddetta PDL farà riferimento ai parametri già disposti dall’art 5 comma 2 del DPR 81/09, ci permettiamo di suggerire un’ulteriore scatto d’ali ai componenti la Commissione Cultura di Montecitorio.

Infatti, solo prevedendo l’inderogabilità del numero massimo di 20 alunni per classe in presenza di ragazzi con disabilità ed abolendo l’attuale generica ed aleatoria dicitura «di norma”, essi riusciranno a porre fine definitivamente alle tante discrezionalità e “trasgressioni” oggi esistenti sul tema ed ad evitare ai genitori degli allievi disabili di ricorrere sempre più spesso ai giudici per ottenere il riconoscimento dei diritti dei loro figli. Un simile traguardo,a nostro avviso, costituirebbe un’ulteriore conquista di civiltà per il nostro già avanzato sistema inclusivo”.

Stop classi pollaio, Azzolina (M5S): limite 20 alunni in presenza di disabili inderogabile

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur