Stop classi pollaio, proposta legge in Commissione Cultura. Limite 20 alunni in presenza disabili tassativo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Avviata la discussione in VII Commissione Cultura della Camera sulla proposta di legge volta a superare le cosiddette classi pollaio, come comunicato dall’On. Luigi Gallo (M5S).

Normativa vigente

Nel dossier relativo alla proposta d legge viene dapprima richiamata la normativa vigente, così  sintetizzata:

Proposta di legge: numero massimo e minino alunni classi iniziali

La proposta di legge, ai fini della formazione delle classi  e relativamente al numero massimo di alunni, non fa distinzione tra i diversi ordini e gradi di istruzione:

b) prevedere il divieto di costituire le classi iniziali delle scuole e degli istituti di ogni ordine e grado, comprese le sezioni della scuola dell’infanzia, con un numero di alunni superiore a 22, elevabile fino a 23 qualora residuino resti;

Il numero massimo di alunni, dunque, per le classi iniziali delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le sezioni della scuola dell’infanzia, non può essere superiore a 22 alunni, elevabile sino a 23 nel caso in cui residuino resti.

Quanto al numero minimo di alunni per classe, il testo lo indica per la scuola secondaria di secondo grado:

d) prevedere l’obbligo di formare le classi iniziali degli istituti e delle scuole di istruzione secondaria di secondo grado, comprese quelle delle sezioni associate e delle sezioni di diverso indirizzo o specializzazione funzionanti con un solo corso, con un numero di alunni, di norma, non inferiore a 20.

Nella scuola secondaria di secondo grado, dunque, il numero minimo per formare le classi non può essere inferiore, di norma, a 20 alunni.

Proposta di legge: classi iniziali con alunni disabili

La proposta di legge indica che in presenza di alunni disabili le classi delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le sezioni di scuola dell’infanzia, siano costituite da un numero massimo di allievi non può essere superiore a 20.

Rispetto alla normativa vigente la previsione è tassativa, in quanto è stata superata la dicitura: “… di normacon non più di 20 alunni“. 

Nel dossier relativo alla proposta di legge,infatti, leggiamo:

Nel caso di presenza di alunni con disabilità, le medesime classi non possono essere costituite con più di 20 alunni. Si tratta di una previsione tassativa, non subordinata ad alcuna condizione, che intende modificare quanto ora previsto dall’art. 5, co. 2, del DPR 81/2009.

Dossier proposta di legge contro classi pollaio

Versione stampabile
anief banner
soloformazione