Stop classi pollaio, Azzolina: proposta legge favorisce inclusione

WhatsApp
Telegram

Comunicato M5S – “Nella proposta di legge per superare le cosiddette classi pollaio nelle scuole confermiamo quanto già prevede un decreto del Presidente della Repubblica del 2009: tutte le prime classi delle scuole di ogni ordine e grado non potranno avere più di 20 iscritti se presenti studenti con disabilità. Negli altri casi, invece, il tetto massimo è di 22: questo perché vogliamo che, soprattutto per chi ha più difficoltà, la scuola sia un luogo di inclusione, da vivere nel modo migliore possibile”. Lo dichiara Lucia Azzolina, portavoce del MoVimento 5 Stelle e prima firmataria della proposta di legge che da poco ha iniziato la discussione in commissione Cultura a Montecitorio.

“E’ importante ribadire questo contenuto della norma in discussione prima che una lettura superficiale del testo conduca a errori o a una cattiva informazione. Ci stiamo impegnando per far in modo che non si verifichino più casi di sovraffollamento nelle classi, che sviliscono il mestiere di insegnante e, soprattutto, riducono gli alunni a meri numeri. Il tempo trascorso in classe è fondamentale per la crescita, la formazione e, quindi, per il futuro dei giovani, per questo vogliamo che sia di qualità. Inoltre”, conclude la deputata del MoVimento 5 Stelle, “riducendo il rapporto insegnante/studente facciamo in modo che i genitori – in particolare quelli con figli disabili – non debbano più rivolgersi ai tribunali per ricreare nella scuola un ambiente più vivibile”, conclude Azzolina.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito