Stop appalti pulizie dal 1° gennaio 2020, posti accantonati settembre-dicembre 2019

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministero, come riferito, ha emanato la nota n. 26350 del 3 giugno 2019 e il decreto con le tabelle sulle dotazioni organiche complessive del personale ATA per il triennio 2019/2022, con le ripartizioni per ciascun profilo valide per l’a.s. 2019/2020.

Organici ATA, 203.434 posti disponibili per il 2019/22. Tutti i numeri per profilo e Regione

Posti accantonati assunzioni lavoratori ditte pulizie

Tra le tabelle di ripartizione quella relativa ai posti accantonati e che saranno destinati ai lavoratori delle ditte di pulizia, in seguito all’internalizzazione di tale servizio:

I lavoratori saranno assunti come collaboratori scolastici, a partire dal 1° gennaio 2020, secondo quanto disposto dalla legge di bilancio 2019.

Stop appalti pulizia. Concorso ATA per titoli e colloquio: posti per regione, requisiti d’accesso e assunzioni

Accantonamento posti

La nota citata all’inizio dedica un apposito paragrafo all’accantonamento dei posti per i succitati lavoratori, ai fini della loro assunzione dal 1° gennaio 2020.

A livello provinciale, leggiamo nella nota, va reso indisponibile un numero di posti non inferiore a quello accantonato nell’anno scolastico 2018-19.

I posti accantonati non possono essere resi disponibili per la Mobilità e per le utilizzazioni e assegnazioni provvisorie.

I succitati posti saranno disaccantonati con decorrenza 1° gennaio 2020 per
procedere all’espletamento delle procedure di stabilizzazione previste dalla legge di bilancio 2019.

Periodo settembre – dicembre 2019

Per il periodo settembre- dicembre 2019, ai fini di una corretta determinazione del personale delle ditte di pulizia, sono attivate apposite funzioni che consentono al Dirigente Scolastico di procedere all’accantonamento in base all’eventuale percentuale decimale (25%) dei posti da rendere indisponibili.

In caso di dimensionamento della rete scolastica, il personale esterno all’amministrazione (i lavoratori delle ditte di pulizia) non può essere utilizzato in punti di erogazione del servizio che in precedenza non fruivano di servizi esternalizzati; l’accantonamento, comunque, non può superare quello previsto nelle sedi in cui era stato operato.

Spetta poi all’Ambito Territoriale Provinciale, su delega del Direttore regionale e previa verifica di eventuali compensazioni ovvero di operazioni connesse alla salvaguardia delle titolarità del personale di ruolo, la convalida ovvero la modifica del dato suddetto.

Il Dirigente Scolastico, a sua volta, può  nominare personale supplente sull’eventuale spezzone orario conseguente ad accantonamento maggiore di quello dovuto.

Impiego del personale delle ditte di pulizia

E’ possibile ricorrere a modalità diversificate di impiego del personale, sulla base di accordi da definire con i titolari delle imprese di terziarizzazione dei servizi del personale ausiliario.

L’utilizzo del personale estraneo all’Amministrazione, si evidenzia nella nota, deve comunque essere limitato alle scuole che usufruiscono della esternalizzazione dei medesimi servizi ausiliari.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione