Stop alle punizioni, a scuola arriva l’aula-tribunale per mediare le liti tra gli studenti

WhatsApp
Telegram

Per trovare un accordo tra gli studenti ecco l’aula-tribunale a scuola. Succede a Treviso, presso l’istituto statale “Fabio Besta” che ha inaugurato l’aula di mediazione, una delle prime in Italia.

“In un periodo in cui – spiega la dirigente Renata Moretti – si vedono conflitti per banalità, causati dalla mancata socializzazione dei ragazzi, a seguito della pandemia, ci prefissiamo di fare la differenza”.

Come segnala il Corriere del Veneto, se si dovesse per esempio verificare una lite tra due ragazzi, la coppia verrà condotta nella nuova aula dove alcuni alunni dell’istituto proporranno insieme agli insegnanti delle attività di mediazione per arrivare a una riconciliazione tra i litiganti e far comprendere loro lo sbaglio.

Un’alternativa ai metodi tradizionali per contrastare le liti, le reazioni aggressive tra gli studenti e per dire addio alle note disciplinari: “Poco efficaci a nostro avviso perché poi la cosa finisce lì. Non crea consapevolezza, non insegna e non trasmette nulla ai ragazzi. In questo modo invece li facciamo pensare, insegniamo loro, o almeno ci proviamo, a trasmettere quei valori quali l’empatia e il rispetto reciproco, che sono alla base della civiltà, attraverso una serie di tecniche che sono state appositamente affinate grazie agli esperti”.

Una decisione in segno opposto rispetto a quella prevista da una scuola in provincia di Latina che, alla luce delle parole del ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha proposto lavori socialmente utili all’interno delle classi per chi compie atti di bullismo.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur