Stop alle gite a Parigi, Madrid o Berlino: costano troppo. Il preside: “Il viaggio d’istruzione ha valenza educativa, va bene anche il territorio italiano”

WhatsApp
Telegram

Su La Provincia di Como focus sulle gite scolastiche. Il trend ora favorisce le mete italiane rispetto alle capitali europee, precedentemente al vertice delle liste di viaggio.

Il preside di un liceo sottolinea l’importanza di stabilire un tetto di spesa che rifletta l’attuale situazione economica. Mete come Parigi, Madrid, Barcellona, Monaco e Berlino, ora costano ben oltre il budget stabilito. Il preside afferma: “Il viaggio d’istruzione ha una valenza educativa”, per cui ora si cercano alternative interessanti all’interno del territorio italiano.

Numerose scuole mostrano solidarietà alle famiglie con difficoltà economiche, contribuendo in parte ai costi. Il preside di un altro istituto conferma la crescente incidenza dei costi aerei sul bilancio. Tuttavia, le scuole si sforzano di mantenere le spese entro i limiti. Il preside aggiunge: “I genitori chiedono che i figli facciano visite e viaggi d’istruzione, ci tengono molto”.

Un altro preside lamenta l’assenza di risposte da parte di alcune agenzie di viaggio. Nonostante i prezzi in aumento, l’obiettivo rimane garantire agli studenti un’esperienza indimenticabile. Come concetto finale: le gite scolastiche sono viste non solo come un’opportunità educativa, ma anche come un momento prezioso da conservare nella memoria degli studenti.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA