Stop alle classi pollaio per migliorare gli apprendimenti, Ricci (Invalsi): “È importante anche la qualità dei docenti, occorre supportarli” [VIDEO INTERVISTA]

WhatsApp
Telegram

Gli esiti delle prove 2022 confermano l’arresto del calo dei risultati osservati nella scuola secondaria nel 2021 rispetto al 2019 in seguito alla pandemia.

A Orizzonte Scuola interviene Roberto Ricci, presidente di Invalsi: “Stop alle classi pollaio per migliorare la qualità degli apprendimenti? Non necessariamente, è importante la qualità dell’insegnamento, supportare gli insegnanti. Non è importante il numero degli studenti, ma quali risorse abbiamo per supportare i professori”. E ancora: “Investire nell’istruzione è la soluzione migliorare per garantire il futuro dei giovani, ma anche il nostro”.

A cura di Patrizia Montesanti

Prove Invalsi, Italia divisa in due con divari territoriali sempre più ampi. In difficoltà Sud e Isole. Tutti i dati [PDF e VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro