Stop ai cellulari in classe. Cosa dovranno fare in una scuola docenti e collaboratori scolastici

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La misura è stata imposta tramite circolare in una scuola di Padova. I cellulari dovranno essere consegnati in prima ora e restituiti a fine lezione.

La notizia è riportata da Il Mattino di Padova

COSA FARANNO I DOCENTI

La circolare dice “Considerato l’enorme numero di note disciplinari assegnate agli studenti a causa di un abuso del cellulare, a far data dal 20 marzo 2018 tutti gli studenti sono tenuti all’inizio delle lezioni a depositare il proprio cellulare, spento, nel mobiletto in classe o nel contenitore che verrà assegnato alla classe. Il docente della prima ora chiuderà a chiave il mobiletto o contenitore. Al termine delle lezioni, sotto il controllo del docente dell’ultima ora, gli alunni riprenderanno il proprio cellulare”.

Prosegue la circolare “I docenti sono caldamente pregati di osservare e far rispettare la seguente disposizione se si ritiene necessario porre un limite all’utilizzo del cellulare in classe. Si controllerà l’eventuale possesso di due cellulari, ovviamente non ammessi”

COSA FARANNO I COLLABORATORI SCOLASTICI

I collaboratori scolastici, sempre secondo quanto riportato dal quotidiano, avranno l’incarico di “recuperare, conservare e riconsegnare al termine dell’ultima ora le chiavi dei mobiletti”. Inoltre dovranno “raccogliere gli eventuali contenitori chiusi a chiave e depositarli in vice presidenza”.

COSA DEVONO FARE I GENITORI

La circolare chiama in causa anche le famiglie “Si chiederà ai signori genitori di collaborare, invitando i loro figli a rispettare le regole dell’istituto per la serenità di tutti”

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare