Stipendio. Un aumento di 85 euro elemosina alla professionalità dei docenti. Lettera

Stampa

Gino Candreva – Gentile Ministra, spero che lei legga questa pagina. Ho ascoltato con un misto di sconcerto e di indignazione la sua intervista all'”Aria che tira”, nella quale afferma che i docenti dovrebbero guadagnare 3000 euro al mese, ma che al momento non ci sono le coperture.

Vede Ministra, insegno da ormai più di vent’anni e in questi vent’anni non ci sono mai state le coperture. Ogni governo, di destra, o di centro, che si sia succeduto (mi permetta ma non credo che in questo Paese ci sia mai stato un governo di sinistra o centrosinistra), a parole riconosce il valore di questa professione, per poi tirarsi indietro quando occorre monetizzare, sempre con lo stesso refrain: “non ci sono le coperture”.

Come se la mancanza di fondi fosse una maledizione divina o una calamità naturale e non frutto di precise scelte di parte governativa. Perché quando si vogliono trovare, i fondi ci sono eccome.

L’Italia è all’ultimo posto nell’Ue per la spesa destinata all’Istruzione (link qui: http://www.ilsole24ore.com/…/eurostat-italia-maglia…) e non sembra che con il suo governo si sia determinata un’inversione di tendenza. E questo non perché i dipendenti pubblici siano troppi, anzi (link qui: http://www.lettera43.it/…/dipendenti-pubblici…/125526/).

Ma questa situazione di disparità con l’Europa, se è vergognosa ai bassi livelli (salari d’ingresso e medi, riguardanti operai, impiegati, insegnanti, e altri settori, tanto che il suo governo si vantava del fatto che in Italia ci sono gli ingegneri peggio pagati d’Europa), lo è ancor di più (in senso opposto) se guardiamo gli stipendi degli alti dirigenti pubblici: in Italia un altro dirigente pubblico guadagna in media dodici volte il reddito medio procapite mentre in Germania questa proporzione è di 5:1 (ovvero, quello che una persona in media guadagna in un anno, il dirigente italiano della PA lo guadagna in un mese, link qui:http://www.blitzquotidiano.it/…/dirigenti-pubblici…/) .

Fino ad arrivare allo scandaloso stipendio di parlamentari, assessori e presidenti di Regione. Lo stipendio dei deputati italiani è il 60% più alto di quello della media UE (Eurostat, link qui: http://www.ilfattoquotidiano.it/…/stipendi-dei…/2953865/), quello dei presidenti di Regione è ancor se possibile più vergognoso (link qui: http://www.linkiesta.it/…/e-vero-tutti-i…/28093/).

E non mi dilungo sugli esempi, né voglio fare commenti sui soldi pubblici trovati a copertura del “salvataggio” delle banche o per il “salvataggio” dell’Alitalia, che altro non sono, come lei sa meglio di me se non altro per la sua provenienza politica, che soccorso pubblico al fallimento dei privati.

Per queste spese ci sono le “coperture” e per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego no? E’ questione di compatibilità finanziaria o di scelte politiche?

In questo contesto, non le sembra un insulto l’elemosina di 85 euro lorde (e solo per gli stipendi più bassi sic!) che state TRATTANDO con i sindacati? E’ un insulto che calpesta ancora di più la dignità e la professionalità di chi svolge questo lavoro con passione e direi anche affetto per le ragazze e i ragazzi che gli/le sono affidate/i. Cordiali saluti.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur