Stipendio, Tria: bonus 80 euro cambierà, provvedimento Renzi fatto male

Stampa

Bonus 80 euro, Giovanni Tria Ministro dell’Economia:  “Nell’ambito della riforma fiscale gli 80 euro saranno riassorbiti”.

Il Ministro spiega che “l’introduzione degli 80 euro da parte del governo Renzi fu una decisione sbagliata, anche tecnicamente fu un provvedimento fatto male e anche il precedente governo cercava di cambiarlo“.

Bonus 80 euro: chi lo riceve

La legge di bilancio  ha confermato il bonus Renzi anche per il 2019. Il bonus viene calcolato sulla base di 12 mensilità in base al reddito, i limiti di reddito minimo e massimo sono così ripartiti:

  • al di sotto di un reddito pari a 8.174,00 euro, non si ha diritto al bonus Renzi di 80 euro;
  • tra il reddito di 8.174,01 e 24.600,00, si ha diritto al bonus in modo proporzionale fino ad arrivare al suo azzeramento con redditi fino a 26.600,00.

Abbiamo redatto una tabella riassuntiva con i nuovi limiti di reddito e calcolo bonus.

Tabella bonus 80 euro con limiti di reddito

Bonus Renzi 2019 nuova tabellaSe nel corso dell’anno il reddito annuale lordo, dovesse superare le soglie minime e massime, il bonus dovrà essere restituito.

Il Bonus Renzi 80 euro è diventato strutturale con il D.L. 66/2014 ma ancora oggi fa molto discutere perché in sede di dichiarazione dei redditi sono numerosi i cittadini costretti alla restituzione parziale o totale del credito Irpef erogato in busta paga. Nel 2018 si tratta di 1.8 milioni di contribuenti.

Il Ministro Tria pensa di intervenire proprio su questo aspetto, per evitare tali situazioni.

Dichiarazione dei redditi, bonus 80 euro Renzi: chi e perché deve restituirlo. Come rinunciarvi

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia