Stipendio, tabella supplenti. Sasso (Lega): al lavoro per scatti di anzianità anche ai precari

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si tratta di una delle battaglie che l’On. Sasso (Lega) intende condurre in Commissione Cultura a partire da settembre. A ridosso della pausa estiva i progetti per il rientro.

Forte delle 67.000 assunzioni autorizzate (ma ci saranno posti che rimarranno vuoti per inesistenza graduatorie), l’On. Sasso illustra i suoi impegni al rientro in Commissione Cultura

personalmente a settembre mi batterò in commissione Cultura affinché vengano abbattute le differenze stipendiali tra personale di ruolo e personale precario“.

Gli scatti di anzianità, secondo l’attuale normativa non spettano ai docenti precari e lo stipendio del supplente, anche dopo numerosi anni di insegnamento, si colloca sempre nella fascia iniziale.

Ai nostri microfoni l’On. Sasso aveva così argomentato “ Il precario non deve più essere discriminato. Bonus e anzianità devono valere anche per loro. Mi devono spiegare che cosa abbia in meno un precario rispetto a un lavoratore stabile.

Se per il bonus merito in effetti l’equiparazione è arrivata e già per l’a.s. 2017/18 i docenti precari possono fruire di queste somme, per gli scatti di anzianità la strada è in salita. Le risorse economiche necessarie sono ingenti, e finora solo il personale docente e ATA che si è rivolta ai giudici è riuscita ad ottenere, con fatica, quanto spettante.

Lo stipendio iniziale di un supplente prevede

Per i supplenti con incarico al 30 giugno 0 31 agosto c’è anche la Retribuzione Professionale Docenti

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione