Stipendio supplenti in ritardo e light, anche 800 euro in meno in tre mesi

Stampa

Stipendio erogato con tre mesi di ritardo, scatta il nuovo anno finanziario, e i supplenti si ritrovano con un cedolino alleggerito.

Il problema si ripresenta puntuale anche quest’anno, dopo le segnalazioni dello scorso anno. Per gli stipendi arretrati relativi ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2016, alcuni supplenti si ritrovano con somme decurtate anche di 800 euro.

Il danno è procurato dal fatto che tali stipendi, pagati in ritardo, figurano come “arretrati”, una sorta di “straordinario”,

dai quali vengono escluse detrazioni e bonus di 80 euro

Il meccanismo era già stato spiegato lo scorso anno dal sindacato CISL

Le competenze, infatti – spiega la CISL – sono state assoggettate a tassazione separata , meccanismo che prende in considerazione il solo reddito medio percepito nei due anni precedenti, ma che esclude il riconoscimento delle detrazioni fiscali spettanti (sia quelle relative alla cosiddetta “ produzione del reddito ”, sia quelle spettanti per gli eventuali carichi familiari, sia quelle concernenti il “ bonus ” di € 80. Quest’ultimo, peraltro, attribuito dal Sistema in automatico così come previsto dalle Linee Guida “ NoiPA ”).

Ad essere danneggiati i supplenti temporanei con una retribuzione complessiva annua non superiore a € 8.000: costoro, infatti, con il riconoscimento delle detrazioni fiscali, sarebbero stati totalmente esenti dalla tassazione IRPeF.

Per i redditi a tassazione separata l’Agenzia delle Entrate procede autonomamente alla riliquidazione dell’imposta: a) in caso sia dovuta una imposta maggiore, provvede ad inviare apposito avviso di pagamento al contribuente; b) in caso le imposte dovute siano di ammontare inferiore a quanto trattenuto dal datore di lavoro (ad esempio qualora il lavoratore risulti esente da imposta), provvede ad effettuare il rimborso dell’eccedenza pagata, ma solo se il credito risulti superiore ad € 100.

La riliquidazione di cui sopra è effettuata a seguito di dichiarazione dei redditi.

Inutile al momento attendere una risoluzione della problematica da parte del Miur che neanche quest’anno riesce a garantire la puntualità nei pagamenti.

Leggi nel nostro forum Cedolini Dicembre 2016

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur