Stipendio, se non ci sono soldi è “respinto per incapienza fondi nei capitoli di spesa”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

NoIPA ha appena varato un nuovo self service per i supplenti della scuola, attraverso il quale verificare lo stato di avanzamento dei pagamenti. 

Polemiche per i mancati pagamenti

La piattaforma evita al docente di doversi recare in segreteria ma può controllare autonomamente quando e se verrà pagato.

Purtroppo sulla pagina ufficiale di NoiPA molti docenti continuano a lamentare di essere in attesa dei pagamenti di maggio e giugno (per alcuni anche mesi precedenti), e di trovare sul self service la voce “respinto per incapienza fondi nei capitoli di spesa”. In parole povere “in questo momento la scuola non ha i soldi”.

I passaggi per ottenere il pagamento

  • In lavorazione: i dati giuridici sono in fase di inserimento o trasmissione a NoiPA da parte dell’operatore scolastico.
  • Elaborato: i dati giuridici pervenuti a NoiPA sono stati trasformati in dati economici e inviati alla scuola per la verifica della congruità degli stessi e della disponibilità dei fondi nei pertinenti capitoli di bilancio.
  • Autorizzato scuola: la scuola ha verificato la corrispondenza con i dati economici elaborati da NoiPA a la disponibilità di fondi sul pertinente capitolo di bilancio.
  •  Autorizzato Pagamento: il pagamento è stato autorizzato dal Sistema Spese della Ragioneria Generale dello Stato (RGS).
  •  Respinto per incapienza fondi nei capitoli di spesa: in caso di esito negativo della verifica della disponibilità di fondi sul pertinente capitolo di bilancio.
  • Liquidato: il contratto è in fase di liquidazione (o di emissione), per cui, l’amministrato potrà visualizzare il cedolino nella sua area riservata.

Stipendio supplenti, online la nuova funzione Noipa per controllarlo. Possibile verificare anche TFR

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione