Stipendio. Presidi e il personale ATA i meno pagati, trattative per contratto a fine mese

WhatsApp
Telegram

L’aggiornamento Aran sul 2014 (in base ai dati forniti dalla Ragioneria dello Stato) ha pubblicato i dati sulle retribuzioni dei lavoratori del pubblico impiego in attesa della nuova tornata contrattuale:

i dirigenti meno pagati sono i presidi con 63 mila euro. Stanno decisamente peggio gli altri dipendenti che navigano tra 30 e 40mila euro annui. Il personale Ata prende uno stipendio annuo di 22 mila euro, guadagna 10 volte meno dei dirigenti di prima fascia.

Tra i “semplici” dipendenti quelli che guadagnano di più appartengono alle autorità indipendenti, come Antitrust (concorrenza) o Agcom (il garante delle comunicazioni) che contano su una retribuzione media annua di 74 mila euro. A distanza, ma sempre ben sopra la media, il personale non dirigente della presidenza del Consiglio dei ministri (49mila), mentre sono più leggere le retribuzioni degli impiegati delle Regioni e dei Comuni, così come dei ministeri (a circa 28mila). Il personale della sanità e gli insegnanti percepiscono stipendi sopra i 30mila euro annui.

L’Aran specifica che le retribuzioni medie sono calcolate in generale per il solo personale a tempo indeterminato. Inoltre, viene precisato che i valori sono al netto delle competenze fisse ed accessorie relative ad anni precedenti (arretrati).

E’ atteso per fine settembre un incontro tra sindacati e governo per fare la sintesi sui colloqui andati avanti all’Aran, l’Agenzia che rappresenta l’esecutivo nei negoziati. Il passo successivo è l’atto di indirizzo che dovrà essere firmato dalla ministra Marianna Madia, che sancirà l’avvio ufficiale del tavolo per i rinnovi.

Per la prima volta i nuovi contratti saranno in tutto 4 (oltre la presidenza del Consiglio) e non più 11. Uno per il settore della Conoscenza (con dentro la Scuola), uno per la P.a. centrale (statali in senso stretto), uno per le Regioni e i Comuni, e l’altro per la Sanità.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri