Stipendio di luglio 2013, tra mancati accrediti, ritardi e rimborsi Irpef

di Lalla
ipsef

Lalla – Segnaliamo che ancora questa mattina in alcune banche non è stato accreditata la rata di luglio 2013 dello stipendio. Si accumulano i ritardi per il pagamento dei docenti con supplenza temporanea. Unica buona notizia: l’accredito del rimborso Irpef se spettante.

Lalla – Segnaliamo che ancora questa mattina in alcune banche non è stato accreditata la rata di luglio 2013 dello stipendio. Si accumulano i ritardi per il pagamento dei docenti con supplenza temporanea. Unica buona notizia: l’accredito del rimborso Irpef se spettante.

Dal mese di Aprile 2013 la modalità di accredito dello stipendio ha subito una modifica, in quanto pur restando la data valuta per l’accreditamento degli stipendi per il giorno 23 di ogni mese, l’effettiva disponibilità delle somme sui conti correnti avviene nell’arco dell’intera giornata, in relazione alle diverse modalità operative degli istituti bancari.

E così infatti è stato per il mese di Aprile (come non ricordare il caos determinatosi quando alle 8.00 del mattino il personale della scuola non ha visualizzato l’abituale accredito?) e fino a giugno. Nel mese di luglio si registrano nuovamente dei problemi, in relazione ad alcuni istituti bancari.

I docenti che nell’a.s. 2012/13 hanno avuto una supplenza temporanea, solo adesso stanno ricevendo l’accredito di mesi addietro. Meglio tardi che mai, ma già si presentano altri problemi per la riscossione dell’indennità di disoccupazione (ASPI).

Unica nota positiva è il rimborso Irpef, se spettante in base alla compilazione del 730 (il personale con contratto al 30 giugno riceve un’emissione speciale), altra nota amara se invece deve essere detratta. 

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione