Stipendio insegnanti, Malpezzi (PD): Di Maio mente, si abbasserà

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Di Maio mente e i docenti pagheranno cara la “manovra del popolo”. Così la Sen. Malpezzi (PD) commenta le parole del Vicepremier e Ministro del Lavoro Luigi Di Maio che ieri ha voluto dare una rassicurazione sulla stabilità degli stipendi degli insegnanti.

Di Maio: stipendi insegnanti non si abbasseranno

Quasi a sorpresa Luigi Di Maio, a margine del commento sulla vicenda che ha coinvolto la Preside del Liceo Sannazzaro di Napoli, ha scritto“nel DEF abbiamo scongiurato il calo di retribuzione previsto dal vecchio governo individuando i fondi necessari affinché questa riduzione non ci fosse.”

Di Maio ha dunque fatto intendere il finanziamento dell’elemento perequativo, che sarà decurtato dallo stipendio degli insegnanti dal 1° gennaio 2019 se non interverranno correttivi.

Cauti i sindacati, che hanno prontamente richiesto di conoscere l’entità delle risorse stanziate nonché annunciato di voler aprire la trattativa del rinnovo del contratto già a gennaio 2019.

Malpezzi: stipendi diminuiranno

Secondo la Sen. Malpezzi (PD) il cambiamento porterà all’abbassamento degli stipendi dei docenti. Le sue parole su FB

Nel Def c’è scritto chiaramente che gli stipendi del personale della pubblica amministrazione, tra cui il personale della scuola, subiranno una riduzione dello 0.4% con un taglio pari a oltre un miliardo per tutto il settore pubblico e a più di 300 milioni per la scuola.
Per la scuola il cambiamento si traduce nell’abbassamento degli stipendi dei docenti!

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione