Stipendio, importo gennaio 2021 già su NoiPA: ecco come visualizzarlo. Entra a regime il taglio al cuneo fiscale: le fasce di reddito

Stampa

Lo stipendio di gennaio 2021 è già visibile su NoiPA, nella sezione personale, per docenti e ATA con contratto a tempo indeterminato o supplenza al 31 agosto o 30 giugno. Ecco il percorso per visualizzare correttamente l’importo.

Nella sezione STIPENDIALI cliccare su “Consultazione pagamenti”, si aprirà la schermata in cui è possibile effettuare la ricerca solo riferita al 2020.

Per visualizzare Gennaio 2021 è necessario inserire manualmente 2021 e poi effettuare la ricerca.

Stipendio più alto? Due i motivi

L’importo eventualmente più alto dello stipendio rata gennaio 2021 dipende dal fatto che in questo mese non ci sono le trattenute per addizionali regionali – comunali, che ripartiranno a marzo fino a novembre.

Nel cedolino di dicembre l’importo più alto non è saltato all’occhio per via della presenza della tredicesima.

Lo stipendio avrà valuta venerdì 22 gennaio 2021.

Il cedolino dello stipendio, come tutti i mesi, sarà visibile su NoiPA a ridosso del giorno di esigibilità.

Al momento, su Consultazione Pagamenti, è visibile esclusivamente l’importo totale.

Effetti del taglio al cuneo fiscale 

Ricordiamo inoltre che da gennaio entra a regime il taglio del cuneo fiscale.

Gli importi del taglio del cuneo fiscale 2021 variano in base ai redditi annui degli stipendi e sono erogati in modo diverso. Di seguito le fasce di reddito con gli importi.

Taglio del cuneo fiscale, le fasce di reddito per i lavoratori dipendenti

Anche per il 2021 quindi, determinati lavoratori dipendenti otterranno un importante surplus di stipendio relativo alla riduzione del costo del lavoro, che il governo ha deciso di rigirare direttamente nelle buste paga.

Il taglio viene determinato in base al reddito del lavoratore.

Inoltre il taglio del cuneo fiscale, sempre in base al reddito, viene assegnato tramite credito Irpef in busta paga o tramite detrazione fiscale sui redditi da lavoro dipendente. Il benefit è a salire fino a 100 euro per i lavoratori.

L’importo del bonus cuneo fiscale è di 100 euro per redditi fino a 28.000 euro, 80 euro per redditi sopra 28.000 e fino a 35.000 e scende da 80 a zero euro per redditi sopra 28.000 e fino a 40.000 euro.

Per la prima fascia, quella che percepisce 100 euro di bonus, questo sarà erogato tramite credito Irpef in busta paga.

Per le fasce reddituali più alte invece, il bonus viene erogato tramite detrazione fiscale sui redditi da lavoro dipendente.

Tutte le info nella nostra guida

Pagamento supplenti

Il Ministero ha assicurato una prossima emissione speciale a metà gennaio

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur