Stipendio docenti e ATA luglio 2023, primi importi visibili su NoiPA. Emolumento accessorio e cuneo fiscale, netto più alto nel cedolino

WhatsApp
Telegram

Cedolino stipendio docenti e ATA con contratto a tempo indeterminato o supplenza fino al 31 agosto 2023: on line visibili nell’area riservata di NoiPA i primi importi relativi alla mensilità di luglio 2023. Finalmente qualche buona notizia.

Taglio al cuneo fiscale

In applicazione del Decreto Lavoro, la percentuale di esonero sui contributi previdenziali a carico del lavoratore è stata aumentata di 4 punti percentuali. Questo cambiamento sarà applicato ai periodi di paga dal 1° luglio 2023 al 31 dicembre 2023 e riguarderà sia i lavoratori pubblici che privati.

L’INPS, con messaggio 1932 del 24 maggio 2023, ha fornito dettagliate indicazioni operative relative all’incremento del taglio del cuneo fiscale, come stabilito dall’articolo 39 del decreto lavoro (decreto Legge 48/23).

L’aumento dell’esonero è condizionato ai limiti della retribuzione imponibile, con due fasce stabilite:

  • L’esonero passa dal 2% al 6%, a condizione che la retribuzione imponibile, parametrata su base mensile per tredici mensilità, non superi l’importo mensile di 2.692 euro.
  • L’esonero passa dal 3% al 7%, a condizione che la retribuzione imponibile, sempre calcolata su base mensile per tredici mensilità, non superi l’importo mensile di 1.923 euro.

Emolumento accessorio una tantum 2023

NoiPA, il 26 giugno scorso, ha annunciato l’avvio delle procedure per il pagamento dell’emolumento accessorio una tantum, previsto dall’articolo 1, comma 330 della legge 197 del 29/12/2022 (Legge di Bilancio 2023).

Si tratta di un bonus “temporaneo” esclusivamente per l’anno 2023, erogato ai dipendenti pubblici per contrastare il caro vita e l’inflazione. Non è un incremento dell’indennità di vacanza contrattuale, ma una voce accessoria.

Addizionali comunali e regionali: anche a luglio!

La detrazione è ancora presente nella rata di luglio 2023. L’importo dipende dalle aliquote stabilite a livello regionale/comunale. Sull’argomento è possibile consultare il sito del Dipartimento delle Finanze al link http://www.finanze.gov.it/ nella sezione “Fiscalità regionale e locale”

Debito ex bonus Renzi: c’è ancora per alcuni

In rate da 25 euro continuerà ad essere detratto per coloro che ne hanno usufruito senza averne diritto nei mesi di gennaio e febbraio 2022. NoiPA lo ha specificato con messaggio del 15 febbraio 2023  “In riferimento al trattamento integrativo (D.L. 3/2020) corrisposto indebitamente nei mesi di gennaio e febbraio 2022, questo verrà recuperato in 8 rate a partire da febbraio 2023.”

N.B. Quanto detto potrebbe essere influenzato anche dall’eventuale debito/credito derivante dal modello 730 della dichiarazione dei redditi, quindi ogni situazione va vagliata alla luce delle condizioni fiscali del contribuente.

Accedi all’area riservata di NoiPA

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta